Biografie

Biografie Insegnanti "Filarmonica Jazz Band" - Pianezza (TO)

Guido Canavese (pianoforte)

Diploma di pianoforte e diploma di laurea con lode di I e II livello
in Jazz presso il conservatorio "G. Verdi" di Torino.
Insegnante di armonia e solfeggio jazz presso il Centro di Formazione Musicale Città di Torino.
Fra i CDR pubblicati a suo nome: ”Avorio" per voce, quartetto d'archi, corno francese, sezione ritmica dove è autore di arrangiamenti e composizioni, "Guido Canavese Trio" "Zoe" con arrangiamenti originali di composizioni di Ellington, Strayhorn, Shorter, Mabern, Canavese, “Origine”.
Composizioni riarrangiate della tradizione Spiritual, Mantra indiana e Sufi e di S. Pellegrino, G. Canavese.

Mattia Dalla Pozza (sassofono)

Inizia a suonare il sax a 11 anni sotto la guida del clarinettista Daniele Trincanato diplomandosi successivamente
al conservatorio Antonio Buzzolla di Adria in musica classica con Fabio Petretti.
Inizia così il percorso jazz al biennio di Rovigo, Amsterdam e vari seminari tra i più noti Siena jazz,
Umbria jazz conseguendo borse di studio prestigiose per la Berklee C. of music di Boston.
Ha vinto concorsi a livello internazionale sia musica classica che jazzistici (Umbria Jazz, Barga Jazz, Porsche Jazz, National Arts in Rome, Piacenza Jazz, Bergamo Jazz etc.) suonando inoltre in molti festival jazzistici nazionali e non e in numerosi teatri e club di tutta Europa.
Ha inciso dischi e collaborato a progetti totalmente differenti tra loro (jazz, rock, classica, pop, funk, dance,musica elettronica) in ambito classico ha suonato con varie orchestre e gruppi da camera ridotti mentre in ambito jazzistico con: Marco Tamburini, Fabrizio Bosso, Michele Polga, Tommaso Cappellato, Marcello Tonolo, Stefano Onorati, Marc Abrams, Jimmy Weinstein, Stefano Senni, Piero Odorici, Dee dee Brigtwater, Cherily Porter, Robert Bonisolo, Chris Cheek e molti altri. Nella musica pop ha fino ad ora collaborato con Jovanotti, Mengoni, Irene Grandi,
Motel Connetion, Negrita, Giuliano Palma.

Sergio Chiricosta (tromba, trombone)

Diplomato in trombone e laureato in jazz con il massimo dei voti presso il conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino.
Il suo stile e il suo approccio unico ed originale lo hanno reso inconfondibile nonostante le diverse collaborazioni stilistiche a cui partecipa. In molte occasioni ha avuto modo di partecipare a incisioni discografiche e a concerti con musicisti di calibro internazionale in tutta Italia, Paesi Bassi, Svizzera, Croazia, Belgio, Austria, Francia, U.S.A., Germania suonando nei più importanti teatri e festival.
Tra le maggiori collaborazioni troviamo: Randy Brecker, Ennio Morricone, Dee Dee Bridgewater, Perico Sambeat, Leora Cashe, Enrico Intra, Giorgio Gaslini, Enrico Rava, Franco Cerri, Dave Liebman, Bobby Watson, Max Roach, Bob Brookmayer, Enrico Pierannunzi, Markus Stochausen, Giuseppe Vessicchio, Giovanni Tommaso, Tullio DePiscopo, Paolo Fresu, Stjepko "Steve" Gut, Paolo Tomelleri, Joe Poole, Tony Foster, Flavio Boltro, Pietro Tonolo, Rino Vernizzi, Harold Danko, Francesco Bearzatti, Synphonic Orchestra of San Remo, Paolo Conte, Giorgia e molti altri.

Marco Maturo (chitarra)

Diplomato in Chitarra Jazz presso il Centro Formazione Musicale con il docente Mario Petracca.
Frequenta diversi seminari (Garrison Fewell, John Stowel, Mandino Reinhardt, Giancarlo Schiaffini, Harold Danko) e affianca al jazz studi di chitarra classica e flamenco (con Juan Lorenzo) conseguendo negli anni la licenza in teoria e solfeggio e il compimento inferiore di chitarra classica.
Affianca allo studio performance con formazioni eterogenee che lo portano a collaborare con diversi musicisti come Gigi Digregorio, Antonio Fontana, Toti Canzoneri, Stefano Eterno, Barbara Raimondi, Laura Ghirardi, Marco Piccirillo, Roberto Cannillo, Paolo Narbona, Davide Liberti, Enzo Frassi, Florindo Grillo, Thomas Sinigallia, Lucio Villani, Augusto Creni, Lollo Meyer, Daniel John Martin e molti altri. Ha inoltre collaborato e collabora, in qualità di musicista, con diversi gruppi teatrali : “Servi di Scena” (Avigliana), il “Faber Teater” (Chivasso), l’Accademia Dei Folli (Torino).
Dal febbraio 2003 suona su alcune navi della Costa Crociere, nell’estate 2005 a Montecarlo presso l’Hotel Hermitage.
Nel 2005-2006 con Chant Song (diretta da Igor Sciavolino) incide il disco “Indie Mood” che annovera tra gli ospiti: Frankie Hi Energie, Cristina Donà, Mauro Ermanno Giovanardi (La Crus), Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Roy Paci e che si esibisce in alcuni contesti nazionali come il festival Jazz di Cremona e Settembre Musica di Torino.
Nel 2010 fonda con Augusto Creni e Lucio Villani l'Orchestra Cocò, gruppo di riferimento per lo swing manouche italiano col quale incide tre Cd per Felmay e si esibisce in diverse manifestazioni in Italia ('Invito alla Lettura' Roma, 'Metti una sera in centro..'. a Savona, 'Zazzarazzaz' a San Remo, 'Mito per la città' a Torino, 'Acoustic Franciacorta' a Ome, 'Jazz Festival' a Torino) e all'estero ('Festival de Convivencia' di Arles, Londra, Dusseldorf, Parigi).

Marco Puxeddu (batteria)

Timpanista e percussionista in numerose formazioni cameristiche e orchestrali, ha collaborato fra le altre con l’Orchestra del Teatro Regio e l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino. Con Il Classic Trio di Davide Calvi ha recentemente portato a compimento il progetto “Chopin Revisited”, registrando l’omonimo CD.
Ha collaborato a numerosissime produzioni lirico-sinfoniche, teatrali e televisive, in Italia e all’estero. Ha inciso tra gli altri con l’Orchestra Filarmonica di Torino (varie edizioni di “Pavarotti & Friends”, Decca), Agimus (tre CD live relativi ai concerti “Musiche da Film”), Toujours Ensemble (Cronache animali, DDT Records), Trio Flex (Nord, DDE Records), Oiseaux Quartet (Les artistes du cirque, Splasch), Max Gallo Quartet (Hard Life), Rino Vernizzi (Green Moon, Splasch), Multiverse Jazz Quartet (Un’ombra in cammino, Philology).

Marta Lauria (canto)

Si laurea alla Berklee College of Music di Boston e consegue l’abilitazione all’insegnamento “Music Together” a New York,
specializzandosi nel pop, R&B, soul, funk, musical theatre, jazz e gospel.
Oltre a suonare pianoforte, violoncello, flauto traverso e percussioni,
è performer vocalist in varie formazioni ed insegna da 17 anni musica e canto sia in America che Italia.

Matteo Piras (contrabbasso - basso elettrico)

Bassista e contrabbassista musicalmente onnivoro nella fruizione e poliedrico nella pratica.
Il suo percorso professionale passa attraverso l’hip hop, il funk, il pop, la musica afrocaraibica e il jazz.
Durante il primo periodo di studio affianca l’attività di turnista a quella cameristica e orchestrale.
E’membro (previa audizione) dell’Orchestra del Conservatorio di Cagliari, diretta dal M° Sandro Sanna. Collabora inoltre col compositore organista Fabrizio Marchionni, partecipando alla prima esecuzione assoluta dalla Missa brevis Deo Juvante per Voci femminili o bianche, vibrafono.
Tra il 2011 e il 2014 partecipa a diversi seminari (Sant’Anna Arresi Jazz, Juilliard School in Turin 2013/-14, Nuoro Jazz) avendo occasione di studiare con: Paolino Dalla Porta, Dado Moroni, Bebo Ferra, Emanuele Cisi, Marco Tamburini, Stefano Bagnoli, Carl Allen, Luca Santaniello, Rodney Jones, James Burton, Michael Manring, Victor Bailey e Jeff Berlin.
Si diploma in contrabbasso classico a Cagliari nel 2012 per poi spostarsi a Torino nello stesso anno.
Studia contrabbasso Jazz presso il conservatorio G. Verdi di Torino sotto la guida di Furio Di Castri, diplomandosi col massimo dei voti nel 2015.
Attualmente frequenta il corso di composizione e arrangiamento jazz presso il conservatorio G. Verdi di Torino.
Parallelamente gestisce una fitta attività artistica collaborando con musicisti di varia estrazione.
Ha collaborato col cantautore Manuel Volpe, contribuendo alla costituzione del suo sestetto stabile col quale si è esibito in tutta Italia.
Registra col sestetto di Volpe “The MAM Sessions”.
E’membro stabile del quintetto di Nicola Genovese, col quale ha registrato il disco “Quattro Battute Fuori”, e della band dell cantante Gloria Bianco Vega con la quale ha registrato “Lento” suo debutto da solista.
E’membro dell’“Icefire 4tet” insieme a Cesare Mecca, Gledison Zabote e Alessandro Minetto che fin dai recenti debutti ha avuto un riscontro di pubblico oltre ogni aspettativa, e ha in programma concerti nazionali e internazionali.
Ha suonato stabilmente in quartetto per diversi anni col trombettista Giorgio Li Calzi insieme con Donato Stolfi, Alessandro Chiappetta al quale è in seguito subentrato Fabio Gorlier.
Facendo base a Torino ha inoltre diviso palco e studio con: Paolo Porta, Alberto Varaldo, Ruben Bellavia, Giancarlo Giovannini, Gilson Silveira, Lucio Costa, Enrico Degani, Claudio Bonadè, Marco Puxeddu, Federico Bonifazi e molti altri.